slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

Espatrio minorenni, dal 26 giugno solo con passaporto o carta d’identità individuali

Versione stampabileVersione stampabileInvia tramite emailInvia tramite email

Espatrio minorenni, dal 26 giugno solo con passaporto o carta d’identità individuali

Dal 26 giugno prossimo i minori potranno andare all'estero solo se titolari di passaporto individuale o di carta d’identità per minorenni. Secondo una recente nota del Ministero degli affari esteri, pertanto, se risultano soltanto iscritti nel passaporto dei genitori, i minori non potranno espatriare.

I genitori quindi dovranno dotare i propri figli minorenni di un autonomo documento individuale valido per l'espatrio, con una sostanziale differenza: mentre infatti solo il minorenne munito di passaporto individuale per minori potrà espatriare in qualsiasi Paese estero, il minorenne dotato di carta d’identità potrà espatriare solamente nei Paesi esteri appartenenti all’Unione Europea e in quelli con cui vigono appositi accordi bilaterali.

Carta d'identità per minori

Il Decreto Legge n. 70 del 13 maggio 2011 ha modificato la precedente normativa in materia di rilascio del documento di identità, eliminando il limite di età dei 15 anni. E' quindi possibile ottenere il rilascio della carta di identità anche per i minori da 0 a 14 anni. Il rilascio è immediato.

Il decreto stabilisce, inoltre, una durata variabile del documento in rapporto alle fasce d'età:

  • validità di 3 anni per i minori di 3 anni;

  • validità di 5 anni per la fascia di età dai 3 ai 18 anni;

  • validità di 10 anni dai 18 anni.

A decorrere dal 10 febbraio 2012, ai sensi del Decreto-Legge n. 5 del 09/02/2012, "La carta d'identità viene rilasciata o rinnovata con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo". Ciò significa che le carte d'identità emesse dal 10/02/2012 non varranno solamente tre (o cinque o dieci) anni, bensì tre (o cinque o dieci) anni più il tempo che resta per arrivare alla data di nascita del titolare.
La Circolare 15 del 26 maggio 2011 del Ministero degli Interni chiarisce alcuni elementi:

  • al fine del rilascio ai minori della carta d'identità valida per l'espatrio, è necessario l'assenso di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci (espresso direttamente allo sportello all’atto della richiesta e sulla modulistica già predisposta).

  • La carta di identità del minore deve riportare la firma del titolare che abbia già compiuto 12 anni, analogamente al passaporto, fermo restando che tale firma sarà omessa in tutti i casi di impossibilità a sottoscrivere.

  • per il minore di 14 anni, l'uso della carta d'identità ai fini dell'espatrio è "subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, o che venga menzionato - su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione, convalidata dalla questura o dalle autorità consolari - il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato, analogamente a quanto previsto per il cd. lasciapassare ed il passaporto";

  • suggerisce ai genitori di munirsi, per agevolare il passaggio delle frontiere, "di documentazione idonea a comprovare la titolarità della potestà sul minore (es. certificato di nascita con indicazione di paternità e maternità)". A tal fine l'art. 40 del decreto-legge n. 1/2012 precisa anche che "la carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di età inferiore agli anni quattordici può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci".

  • chiarisce infine che "le nuove disposizioni relative al rilascio e alla durata di validità del documento ai minori si applicano anche alle carte d'identità non valide per l'espatrio, rilasciate ai cittadini stranieri."

Come fare

Il minore deve presentarsi accompagnato da entrambi i genitori (muniti di proprio documento di identità) o, in alternativa, può essere accompagnato da un solo genitore, purchè questi esibisca allo sportello la dichiarazione di assenso all’espatrio dell’altro genitore, corredata dalla fotocopia della carta d’identità del medesimo.

  • tre fotografie identiche e recenti, formato tessera, mm. 35 x 45, scattate da non più di sei mesi (con gli occhi aperti, per i più piccini);

  • la vecchia carta di identità, se già in possesso;

  • 5,42 per il costo del documento nel caso di rilascio o rinnovo;

  • 10,58 per il costo del documento nel caso di furto, smarrimento o deterioramento.

Chi deve rifare la carta d'identità in seguito a furto o smarrimento, deve presentare anche la denuncia (in originale) resa davanti alle forze dell'ordine (Carabinieri, Polizia).

Chi deve rifare la carta di identità in seguito a deterioramento, deve presentare quello che resta della carta d'identità rovinata (sempre che siano ancora visibili i dati identificativi uniti alla fotografia) o altrimenti la denuncia (in originale) di erronea distruzione della stessa, resa davanti alle Forze dell'Ordine (Carabinieri, Polizia).

I cittadini minorenni extracomunitari devono presentarsi allo sportello, accompagnati da un genitore o da chi ne fa le veci, muniti di passaporto valido e di permesso o carta di soggiorno in regola o, se privi, con le ricevute del kit postale. Se scaduto, con il permesso stesso e con la ricevuta della Questura o dell'Ufficio Postale che attesta la richiesta di rinnovo. Tutti i predetti documenti devono essere esibiti in originale.

I cittadini minorenni della comunità europea devono presentarsi allo sportello accompaganti da un genitore o da chi ne fa le veci con la documentazione sopra richiesta, muniti di passaporto valido o documento equivalente. Tutti i predetti documenti devono essere esibiti in originale.

I cittadini italiani minorenni residenti all'estero, quali iscritti all'AIRE, possono chiedere il rilascio o il rinnovo della carta d'identità, con le modalità di cui sopra, presso:
- il Consolato italiano di riferimento;
- il Comune di iscrizione AIRE, muniti della carta di identità italiana in prossimità di scadenza, se residenti in un paese della Comunità Europea (UE) o di passaporto italiano in corso di validità o di passaporto estero in corso di validità più attestazione consolare di possesso della cittadinanza italiana, se residenti in paesi extra UE. Tutti i predetti documenti devono essere esibiti in originale.

Dove:

Ufficio Anagrafe – Piazza della Vittoria, 1 – 36065 MUSSOLENTE (VI) - tel. 0424/ 578418 o 0424578417 - fax 0424/878344 - e-mail: anagrafe@comune.mussolente.vi.it

Quando: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00
lunedì e giovedì dalle ore 17.00 alle ore 18.00.

ATTENZIONE:

 

Il Ministero degli Esteri informa che la normativa sui viaggi all'estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia pertanto di assumere informazioni aggiornate presso le Ambasciate o i Consolati del paese straniero di destinazione, accreditati in Italia, o presso la locale Questura o Commissariato di Polizia.
Consultare anche il sito del Ministero Affari Esteri: www.viaggiaresicuri.it

Stati che riconoscono la validità della carta di identità come equivalente al passaporto: Austria - Belgio - Bosnia - Bulgaria - Cipro - Croazia - Danimarca - Egitto - Eire - Erzegovina - Estonia - Finlandia - Francia - Germania - Gran Bretagna - Grecia - Irlanda - Islanda - Lettonia (la carta d'identità deve avere validità residua pari almeno alla durata del soggiorno)- Liechtenstein - Lituania - Lussemburgo - Malta - Monaco (Principato) - Montenegro (solo se il soggiorno è al massimo di 30 gg.) - Norvegia - Olanda - Polonia - Portogallo - Repubblica Ceca - Romania - Serbia - Slovacchia - Slovenia - Spagna - Svezia - Svizzera - Turchia – Ungheria.

Nei seguenti Stati è valida la carta d'identità solo con viaggio organizzato: Albania - Gibilterra - Marocco – Tunisia – Egitto.

I minori, per entrare in Croazia e nel Regno Unito (Gram Bretagna) devono esibire unitamente alla propria carta di identità valida per l'espatrio, l'atto di assenso e affidamento dei genitori, su modulo plurilingue.
Si ricorda che, comunque, il passaporto resta il documento valido per recarsi in tutti gli Stati.

no